Stella di natale

Condividi su Facebook La pianta a forma di stella, simbolo caratteristico del Natale e anche gradito regalo per parenti e amici

Le stella di Natale

Stella di NataleE 'uno dei simboli di caratteristici del Natale in Italia ma anche all’estero. La Stella di Natale (Euphorbia pulcherrima) è una pianta selvatica Messicana. E' caratterizzata dalla stupenda fioritura che non è rossa...o bianca.

Stella di NataleLa pianta cresce particolarmente alla luce ma la buona fioritura della stella di Natale è garantita anche da una esposizione in ambienti non troppo luminosi.

E' una pianta appartenente al genere euphorbia, originaria del Messico, che offre il meglio della propria fioritura proprio in coincidenza delle festività natalizie.


La stella di Natale nella tradizione

L’usanza di regalare la stella Natale ha origini lontane che affondano nella tradizione americana. Secondo una leggenda messicana la pianta fu regalata da un poverello al Bambin Gesù e da allora divenne simbolo della festività.
Ancora oggi, in tutto il mondo, la Stella simboleggia il Natale ed è segno di buon auspicio per i mesi a  venire. Per questo si è soliti regalarla come pensiero benaugurante in occasione delle feste natalizie.


Fai da te

Stella di Natale fai da teNatale? Tempo di bricolage con la stella di natale in filo di carta


Idea regalo poco costosa, festosa e di buon auspicio

Per le feste non è necessario regalare doni costosi, ma testimoniare il proprio affetto e il proprio pensiero. Regalare fiori infatti è un gesto sempre molto gradito.
Se vuoi sorprendere amici e parenti, assieme ai fiori, invia loro i nostri auguri virtuali.
Su cartoline.it puoi spedire via mail cartoline augurali gratuitamente (e non solo in occasione del natale)!

Attenzione è velenosa per i gatti!

Stella di Natale fai da teLa Stella di Natale è tossica per i gatti perchè contiene nelle sue foglie un latte altamente irritante per le mucose, che causa una grave gastroenterite se ingerito. Meglio tenere le piante in un posto irraggiungibile per il gatto, se si è in appartamento, tenerle fuori sul pianerottolo... che è un'usanza molto diffusa. Se comunque il gatto riesce ad ingerire le foglie, portarlo subito dal veterinario, perchè non esiste antidoto!


Far sopravvivere la pianta più del periodo natalizio

Peccato che una volta finite le feste, la pianta inizia a morire come se soffrisse di nostalgia per l'albero e il presepe!
Probabilmente il problema è l'eccessivo calore del focolare domestico nel rigido mese di dicembre e gennaio. Due mesi di calore in casa , sono sufficienti a far perire la pianta.

Fin dall'inizio, bisogna bagnarla poco e aspettare che il terreno si asciughi prima di innaffiare nuovamente. Non richiede particolari concimazioni durante la fioritura, mentre nel periodo vegetativo è consigliabile somministrare un fertilizzante ricco di fosforo e potassio. In primavera è meglio portarla all’aperto e verso la fine di aprile dovrebbe essere rinvasata nello stesso vaso, dopo averla potata tagliando i rami principali a 3 cm per due terzi e riducendo leggermente le radici.
Evitare di potarla dopo il mese di agosto.


Alcuni sintomi di malattia della pianta

Se le foglie ingialliscono e cadono significa che soffrono di troppo calore, poca umidità e poca luce, sarà bene perciò spruzzare le foglie e posizionare meglio il vaso. Anche le foglie secche sono dovute a un calore eccessivo, conviene allontanare la pianta dai termosifoni, e se si piegano può dipendere dalle troppe correnti d’aria.

Se invece sulle foglie compaiono macchie grigie non c’è niente da fare, sono state attaccate dal fungo, conviene gettare pianta e terriccio. Mentre se sono semplicemente appiccicose la causa sono gli afidi e bisogna ricorrere all’insetticida.