L'uomo Acquario

Acquario

Acquario

21 gen - 19 feb

Versatile e aperto a tutte le esperienze che la vita gli offre, è un uomo pieno di interessi, curioso di tutto e mai disposto a mettere un freno alla sua originalità di idee.
Non si adegua certo ai modelli che la società gli presenta e segue le proprie personalissime ispirazioni in tutto ciò che fa.

E' più creativo che efficiente e rifugge da qualsiasi aggressività perché non sente la necessità di imporre la sua personalità, se non con la naturalezza, la sua capacità di comprensione e la sua logica lineare.
Rispetta la libertà altrui quanto la propria ed è nemico dichiarato di qualsiasi imposizione; non è ambizioso, nel senso comune del termine.

E non lo interessa il potere di per sé. Anzi, il suo spirito dissacratore si risveglia potentemente di fronte ai condizionamenti a cui la "corsa al potere" sembra costringere tanti suoi simili.
Ci tiene, se mai, a realizzarsi professionalmente, facendo ciò che gli piace giocando di diplomazia e di humour e cercando anche di divertirsi, perché per l’Acquario il piacere della creazione personale è l’obiettivo più importante; infatti non ha mire materiali e vede nel denaro il mezzo per garantirsi la libertà di vivere a modo suo, non tanto per arricchirsi.
Sul lavoro è un innovatore dalle idee geniali, ha una visione sintetica dei problemi e guarda avanti, fin troppo a volte.

Pur essendo aperto ai contatti umani e dando prova di grande tolleranza, diventa spesso drastico nei giudizi quando sono in gioco i suoi ideali o vede contrastate le sue opinioni.
Spesso può anche emergere un difetto dell’Acquario, ossia l’irriducibile ostinazione quando ha una teoria da dimostrare o un progetto da portare avanti.

Nella vita di relazione riesce a essere individualista e generoso al tempo stesso, sincero e spesso pronto a trascurare le sue esigenze per occuparsi degli altri.

E’ un ottimo compagno di vita, purché si instauri con lui un clima di reciproca tolleranza e non si pretenda il rispetto degli schemi tradizionali; è un padre anticonvenzionale e non oppressivo che educa i figli all’indipendenza e alla libertà di scelta.